Clinica del Dr. Schneiderhan

 

I trattamenti. Introduzione 
Centro contro la dorsalgia 

La dorsalgia. Il Trattamento 


Il catetere di Racz. Microlaser 

La dorsalgia. Le terapie 


La nostra concezione

Specialisti algologi 


Scambio internazionale

Clinica del Dr. Schneiderhan 


Contatto

   


Rücken und Wirbelsäule 
weitere Informationen auf Deutsch 

Back and Spine
 


more Information in English



Contro la dorsaglia forte fino a cronica adesso ci sono dei trattamenti dolci

La dorsaglia - cosa fare?

Se si viene tormenati da dolori del dorso e della colonna vertebrale, appare la questione della terapia adeguata. Vorremmo presentarVi diversi metodi dolci che danno buona prova: Il catetere di Racz, il Laser per il trattamento dei dischi intervertebrali, il microlaser e la terapia elettrica.

Trattamenti dolci contro la dorsaglia forte

Quanto tempo dura il trattamento conservativo per la dorsalgia? Quando è necessario ricorrere alla chirurgia, e con quale tecnica? Quando è possibile fare ricorso ai cosiddetti metodi terapeutici "mini-invasivi"? Perché è importante fare in modo che i dolori non diventino cronici? Il trattamento deve essere effettuato da un ortopedico o da un neurochirurgo?
Il nostro innovativo concetto di dorsalgia offre una risposta a tutte queste domande. Il vantaggio decisivo dell'approccio interdisciplinare al trattamento è dato dal fatto che i nostri specialisti possono discutere tra loro per quanto riguarda la procedura da seguire in ciascun caso. La decisione fra trattamento conservativo, chirurgia endoscopica mini-invasiva e interventi a cielo aperto viene affrontata quindi in maniera completa, più rapida e competente.
Adesso è possibile intervenire anche nel caso di dorsalgie croniche, specialmente per i pazienti affetti da "sindrome postnucleotomica" (nuovi dolori ai dischi intervertebrali dopo un'operazione). I seguenti metodi sono particolarmente adatti per i dolori forti e cronici, anche se la scelta definitiva sul metodo da adottare spetta sempre alla nostra squadra di esperti.

Metodo 1: Il catetere di Racz
Sotto anestesia locale e mediante il controllo con raggi x, il medico inserisce il sottile catetere nell'interno della colonna vertebrale, fino a raggiungere la radice nervosa interessata. Infine, mediante il catetere, nel punto in cui ha origine il dolore viene spruzzato uno speciale solvente enzimatico o un altro tipo di farmaco. L'effetto: Le cicatrici scompaiono, il tessuto viene idratato riducendo l'edema, l'infiammazione diminuisce, il carico sulla radice del nervo subisce una drastica riduzione: in questo modo la causa principale dei dolori viene eliminata. Il catetere viene lasciato in sede per tre giorni, in modo che il medico possa continuare con la somministrazione del farmaco.

Metodo 2: Laser e microlaser per il trattamento dei dischi intervertebrali
Questa tecnica consiste nell'inserimento, mediante guida con raggi x, di una sottile fibra laser, che attraversando una cannula giunge fino al disco dolorante. Gli impulsi laser hanno quattro effetti: l'energia complessiva fa contrarre il tessuto del disco intervertebrale, riduce la sensibilità dei nervi interessati, interrompe la trasmissione dei segnali dolorosi dal disco al cervello e cicatrizza addirittura le piccole lesioni presenti sul disco stesso. Tutto questo contribuisce ad alleviare il carico sulle radici dei nervi interessati. Il trattamento laser ha una durata di circa un'ora e può essere eseguito ambulatorialmente in stato di sedazione.
Il nuovo microlaser è più sottile del 60% rispetto ai laser tradizionali. Misura soltanto 0,2 mm, mentre la punta ha un diametro di soli 0,65 mm. Il microlaser è particolarmente delicato con i tessuti e, contrariamente alla tradizionale tecnica laser, può raggiungere anche gli spazi ristretti esistenti tra le vertebre. Inoltre, la maggiore lunghezza d'onda del microlaser permette un'erogazione più precisa dell'energia nel tessuto del disco intervertebrale.

Metodo 3: Il trattamento con sonda termica
I pazienti con dolori cronici, sintomi da usura delle articolazioni vertebrali o artrosi traggono molti benefici dal trattamento con sonda termica (termocoagulazione). Dopo un'anestesia locale della regione vertebrale da trattare, il medico, con l'aiuto dei raggi x e una cannula, cerca di raggiungere il punto da cui ha origine il dolore nell'articolazione vertebrale. Quindi, viene inserita una sonda del diametro di soli 0,4 mm, dotata di un microscopico elettrodo termico, che viene fatta scorre esattamente fino al distretto nervoso interessato. Un software controlla il riscaldamento della sonda fino a 70°C, e questo provoca la distruzione di una piccola area di tessuto. In questo modo le fibre nervose che causano dolore vengono interrotte, rendendo impossibile la trasmissione del dolore.

Naturalmente, in base alle diverse esigenze individuali, possiamo anche ricorrere alle varie tecniche della moderna microchirurgia vertebrale. In questo caso, i dischi intervertebrali e le stenosi del canale vertebrale non vengono più operati con grossi tagli cutanei, ma solamente mediante piccoli fori delle dimensioni massime di 2 o 3 centimetri. Vantaggio: una guarigione più rapida delle ferite, meno dolore, un rischio minore di formazione di cicatrici che possono dare luogo a nuovi dolori, ricoveri più brevi e possibilità di operazioni a livello ambulatoriale.

Cliccare qui per avere ulteriori informazioni (in lingua inglese) sulle singole metodologie terapeutiche del nostro approccio alla dorsalgia e su altri disturbi ortopedici (spalla, mano, ginocchio, infortuni sportivi, ecc.).

Per la nostra filosofia del modo in ciu si dovrebbe trattare i dolori di pazienti e riguardo alle possibilita della terapia del dolore, per favore legga la sezione seguente.






DE EN ES FR IT RU

Clinica
del Dr. med. Reinhard Schneiderhan


Eschenstraße 2
D-82024 München/Taufkirchen
(Germany)

Telefon +49 (0) 89 - 61 45 10-0
Telefax +49 (0) 89 - 61 45 10-12

eMail: info@orthopaede.com
Internet: www.orthopaede.com